Un triste giorno per Lucera: caduta la Quercia di Santa Justa

Il quasi millenario albero cresciuto in contrada Fontanelle a 5 km da Lucera, è caduto a causa delle forti folate di vento. La quercia era in stato di degrado già da qualche anno e a nulla sono servite le cure del WWF contro i parassiti e il caldo di questa estate. Divenuto ormai simbolo di Lucera, l’albero di Santa Justa si ergeva per 30 metri di altezza ed aveva una circonferenza di 6,30 metri, il che lo poneva tra i più grandi della Puglia. Si narra che l’imperatore Federico II amasse riposarsi sotto le sue fronde quando la pianta era già centenaria. Anche Alfredo Pitta, nel romanzo storico “Santa Justa” ne tesseva il profilo indicandola come luogo di incontro del protagonista (immaginario) Federigo da Montecorvino che, scacciato dalle truppe angioine, era costretto a rifugiarsi nelle foreste emulando il più famoso Robin Hood. Probabilmente se ci fosse stato un impegno più forte e deciso, la monumentale quercia non avrebbe fatto una così indegna fine. Magari questo evento è la metafora di quello che sta accadendo a Lucera.

Una fotografia del desolante evento da www.lucerabynight.it

 

Una foto della Quercia di Santa Justa

Aggiornamento: Consigliamo di guardare la fotogallery di Sundayradio.it, tra i primi a documentare la caduta, per valutare la situazione desolante

Alessandro De Troia

One thought on “Un triste giorno per Lucera: caduta la Quercia di Santa Justa

  1. Un vero peccato! Da brava pugliese l’ho potuta sempre ammirare in fotografia e mio ripromettevo di poter un giorno partire dalla Sardegna appositamente per “assaporare” l’odore delle sue fronde! Un GRANDE dispiacere :-(((

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Login with Facebook:
Login