Lucera, luogo del cuore di Sonia Bergamasco

Riportiamo la notizia apparsa sul blog del Gruppo FAI di Lucera, rappresentato da Luca Russo:

Apprendiamo con notevole soddisfazione e un pizzico di orgoglio, che l’attrice Sonia Bergamasco fa rientrare la fortezza di Lucera e l’area boschiva che la circonda tra i suoi luoghi del cuore.

A dichiararlo è l’attrice stessa sul sito del censimento 2012 nella sezione testimonial.

Questo il testo integrale:

“Il mio luogo del cuore è  l’area boschiva che va dal Castello alla Villa Comunale di Lucera in Puglia, che è in stato di semi abbandono. Sono andata a Lucera per la prima volta molti anni fa, insieme alla persona che amo. Nel tempo ho imparato a conoscerne i luoghi, la lingua, i piccoli segreti, e oggi è per me e per la nostra famiglia un luogo speciale. (…) L’abuso edilizio anni ’70 ha fatto la sua parte, appena fuori dalle mura, e numerosi problemi irrisolti alimentano domande e preoccupazioni. Lucera, comunque, è un luogo prezioso, da conoscere, e da scoprire.”

Rimboschimento dei Colli Albano e Belvedere? Grazie alla Regione si può!

Sono anni ormai che durante l’estate il boschetto di Colle Albano e di Colle Belvedere sono soggetti ad incendi per mano dell’uomo (Link: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7). Il risultato è che nonostante le diverse iniziative a favore delle pinete comunali (forse troppo spesso ci si dedica al pagamento dei danni, piuttosto che alla prevenzione), l’ambiente sui versanti collinari appare in gran parte deturpato. Il Comune, inoltre, è in una fase in cui è impossibilitato a fornire i fondi necessari al rimboschimento e alla necessaria prevenzione. Una soluzione al problema potrebbe rivelarsi il bando Regionale n. 53 del 12 aprile 2012 per la presentazione delle domande di concessione degli aiuti di “Primo imboschimento superfici non agricole” del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013. Il bando è già stato approvato ed ha come obiettivo la diffusione della presenza del bosco sia per il miglioramento paesaggistico del territorio, sia per contribuire alla mitigazione del cambiamento climatico conseguente ai processi inquinanti causati dall’emissione dei gass serra. Ne potranno beneficiare i Comuni che potranno presentare domanda online fino al 15 maggio 2012. Un’occasione d’oro per la nostra amministrazione, magari tenendo conto anche di utilizzare alberi realmente adatti ad una collina in dissesto con piante appartenenti all’ecosistema del nostro territorio come leccio, roverella, tiglio o acero, così come suggerito quest’estate dal comitato “Riscrivere la storia in dissesto, il castello di Lucera”.

Foto di Francesco Stoppi

fonte: http://www.regione.puglia.it/index.php?page=curp&id=6738&opz=display – Si ringrazia Marialuisa d’Ippolito e Rossella Nardacchione per aver segnalato il bando.

Alessandro De Troia