Il documentario “Cristiani e musulmani nella Capitanata”

clemens

Il prof. Clemens all’interno della fortezza di Lucera

Poche settimane fa sul sito della fondazione L.I.S.A. Gerda Henkel Stiftung è stato pubblicato il documentario “Cristiani e musulmani nella Capitanata” con la direzione scientifica del Prof. Lukas Clemens e del Prof. Michael Matheus che recentemente hanno effettuato scavi presso il sito di Tertiveri (a circa 15 km da Lucera). La serie, strutturata attualmente (la versione inglese ne comprende una in più) in 6 episodi (attualmente disponibili solo 3) da circa 10 minuti l’una, analizza i rapporti tra cristiani e musulmani in Capitanata durante il XIII secolo oltre ad illustrare i risultati degli scavi presso l’abitato abbandonato di Tertiveri. Le ricerche dei due professori fanno parte di un progetto molto ampio dell’Istituto storico Germanico di Roma (vedi link) tra i cui collaboratori c’è anche l’Università di Foggia. Buona visione.

DOCUMENTARIO “CRISTIANI E MUSULMANI NELLA CAPITANATA”
PUNTATA 1 – Lo svevo ed i musulmani
PUNTATA 2 – I vescovi della Capitanata
PUNTATA 3 – Lo scavo a Tertiveri
PUNTATA 4 – La cripta del vescovo e la tomba del musulmano
PUNTATA 5 – The Key Piece The Crosier (in inglese) (in italiano dal 01.07.2017)
PUNTATA 6 – The End of the Muslims (in inglese) (in italiano dal 08.07.2017)
PUNTATA 7 – The General Interview with Prof Dr Lukas Clemens (in inglese)

Alessandro De Troia

matheus

Il prof. Matheus con la torre di Tertiveri sullo sfondo

Direzione scientifica del progetto
Prof. Dr. Lukas Clemens (Universität Trier)
Prof. Dr. Michael Matheus (Universität Mainz) Continue reading

Riportiamo a casa la stele!

Riportiamo l’annuncio della Fondazione Apulia felix apparso oggi su Facebook. Invitiamo tutti i nostri lettori a contribuire per dare un forte segnale di partecipazione:

La stele in asta

La stele in asta

Raccogliendo la sollecitazione di molte persone sui social media, la Fondazione Apulia felix lancia una raccolta di fondi per l’acquisto di una stele daunia in vendita in un’asta della casa Bertolami.
I versamenti vanno fatti sul cc intestato a Fondazione Apulia felix onlus presso Banca Prossima IBAN IT84I0335901600100000066451 causale “Donazione per la stele daunia” (è una donazione detraibile dalle tasse in quanto donazione a onlus).
Documenteremo tutte le donazioni e faremo tutto con la massima trasparenza.
Speriamo di poter raccogliere una somma significativa, sufficiente per riuscirci. La fondazione AF farà la sua parte ma questa deve essere una prova di partecipazione, di mecenatismo diffuso, di cittadinanza attiva.
Se riusciremo ad acquistare la stele decideremo dove collocarla, in un museo, in un luogo pubblico, in ogni caso in modo che sia fruibile da tutti.
E’ solo una delle tante stele daunie e non è certo uno dei pezzi più pregiati. Sappiamo bene che nei musei, nei magazzini ce ne sono molte, e sappiamo bene che sul mercato antiquario ci sono migliaia di oggetti archeologici provenienti dalla Daunia, frutto dello scavo clandestino e del commercio illegale. Ma questa vuole essere innanzitutto una manifestazione di iniziativa dal basso.
Abbiamo anche allertato, d’intesa con la Soprintendenza ABAP Foggia-BAT, il Nucleo dei Carabinieri NTP per verificare se nella loro banca dati di pezzi trafugati compaia anche questa stele e attendiamo notizie in proposito. Ma intanto procediamo con la raccolta dei fondi.

Le commemorazioni per l’anniversario della Battaglia di Benevento (1266-2016)

Commemorazioni per la Battaglia di BeneventoIl 26 febbraio u.s., si è tenuta in Benevento, presso l’Auditorium del Museo del Sannio, una giornata di studi per commemorare il 750° anniversario della battaglia nella piana di Benevento (1266-2016), che vide contrapposti gli eserciti di Manfredi di Svevia e Carlo I d’Angiò e che, per curiosa combinazione, è coincisa anche con un venerdì. L’iniziativa è solo il culmine di una serie di appuntamenti culturali che occuperanno l’intero anno, inseriti in un corposo programma celebrativo fortemente voluto dal Comitato Promotore presieduto dal dinamico prof. Francesco Morante, docente del locale Liceo Artistico.
La sessione mattutina è iniziata alle ore 10,00, moderata dal dott. Mario Pedicini, direttore del Centro Studi del Sannio. Sono intervenuti il giornalista dott. Antonio Tretola, che ha presentato le diverse ipotesi sui luoghi della battaglia esaminando le fonti coeve. A seguire due relazioni sul romanzo storico: la prima, a cura del dott. Giacomo de Antonellis (Società Storica del Sannio), che ha ripercorso la nascita del genere letterario soffermandosi sull’esame di alcuni romanzi, tra cui “La battaglia di Benevento” del Guerrazzi; la seconda, a cura del dott. Rito Martignetti (Ass. Isidea), che ha relazionato sul romanzo “Re Manfredi” del Capranica.
A conclusione della mattinata, è intervenuta una rappresentanza della terra di Capitanata composta da quattro studiosi dell’associazione culturale foggiana “Imperiales Friderici II”, Michele Giardino, Walter di Pierro, Alessandro de Troia e Alessandro Strinati, esponenti di un sodalizio che si distingue nel panorama della rievocazione/ricostruzione storica per l’accuratezza e la qualità delle ambientazioni e/o eventi storici inerenti il XIII secolo. I quattro studiosi hanno relazionato sull’equipaggiamento militare svevo e angioino, illustrando l’importanza dello studio delle fonti scritte, iconografiche e repertistiche ai fini della corretta ricostruzione, un intervento originale che ha riscosso grandi apprezzamenti da parte del pubblico, dei relatori ed organizzatori della giornata di studi, soprattutto per lo sforzo ricostruttivo degli abbigliamenti ed armi in dotazione ai combattenti dei due eserciti, indossati per l’occasione da sette studenti liceali beneventani.
La sessione pomeridiana è iniziata alle 16,00 con l’intervento dell’On. Ortensio Zecchino (presidente del “Centro Europeo di Studi Normanni”), con l’interessante relazione  sul tramonto della potenza sveva. A seguire il prof. Paolo Grillo (Univ. Statale di Milano), che ha presentato il suo ultimo libro “L’aquila e il giglio. 1266: la battaglia di Benevento” (Ed. Salerno), ripercorrendo le cause che portarono alla sconfitta sveva sul campo.
A conclusione della serata, una suggestiva proiezione dell’opera multimediale del regista Lamberto Lambertini, con la lettura del famoso III canto del Purgatorio della Divina Commedia ambientato nel sacrario militare italiano di Redipuglia.

Commemorazioni per la Battaglia di BeneventoCommemorazioni per la Battaglia di BeneventoCommemorazioni per la Battaglia di Benevento

Evento “Il Politeama di Lucera: nuove funzioni di una lacuna urbana”

 

Sabato 18 Aprile 2015 alle ore 18.30, si terrà in Lucera, presso “Galleria Manfredi”, il meeting : “Il Politeama di Lucera: nuove funzioni di una lacuna urbana” organizzato dal Presidente del Lions Club di Lucera, Antonella Battista. Si disserterà sulla rilevanza storico/culturale del manufatto, avvalorata dal profilo architettonico caratterizzante, che conferisce allo stesso una indiscussa pregevolezza. Il Politeama è stato oggetto di attenzione ai fini del suo auspicabile recupero funzionale, in tal senso sarà illustrato il lavoro di tesi che concretizza la concettualizzazione dell’idea, proposto dall’Arch. Francesca Cutruzzolà, la quale ne ha curato tutti gli aspetti, essendo stato oggetto di studio della sua tesi di laurea in Restauro Architettonico, discussa presso il Dipartimento di Architettura di Pescara dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio”.

Interverranno:
Antonio Tutolo, Sindaco di Lucera, Federica Triggiani, Assessore alla Cultura di Lucera, Enza Zullo, Funzionario alla Soprintendenza di Foggia e correlatrice di tesi, Francesca Cutruzzolà, Architetto e Claudio Varagnoli, Ordinario di Restauro Architettonico presso il Dipartimento di Architettura Ud’A, nonché relatore di tesi.

“Il Politeama di Lucera: nuove funzioni di  una lacuna urbana”

La Cittadinanza è invitata.

Il Presidente Lions Club di Lucera
Antonella Battista

Mostra “Luceria 1269 – In castris in obsidione Lucerie”

L’Associazione Storico Culturale “Imperiales Friderici II” presenta, con il contributo della Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, e col patrocinio dell’Amministrazione comunale di Lucera, l’evento dal titolo:

“LUCERIA 1269 – in castris in obsidione Lucerie”
Mostra con Rievocazione storica sull’assedio di Lucera dal 1268 al 1269

che si terrà dal 21 al 28 marzo 2015 presso il palazzo Cavalli – de’ Nicastri, sede del Museo Civico di Lucera.

Mostra Luceria 1269

Continue reading